Non mi serve più un pensiero superficiale perché ho scoperto la skincare coreana

Un pensiero superficiale

In un’altra vita ascoltavo un sacco di quello che un tempo si chiamava rock alternativo e oggi si chiamerebbe indie. Rock alternativo italiano, per la precisione. Potevo sostenere intere conversazioni solo ed esclusivamente citando Manuel Agnelli, Cristiano Godano e compagnia cantante.

Tra i miei cavalli di battaglia ricordo se c’è una cosa che è immorale è la banalità, nutri l’odio migliore con assiduità, ma anche non saremo mai come voi siamo diversi / puoi chiamarci se vuoi ragazzi persi e ringrazio Dio che mi ha fatto troppo poco intelligente.

Ma la frase che mi sarei tatuata addosso, se avessi avuto il coraggio di tatuarmi qualcosa addosso, sarebbe stata voglio un pensiero superficiale che renda la pelle splendida.

Visto che ero troppo poco intelligente già all’epoca, mi ero inventata la variante: in attesa di un pensiero superficiale che renda la pelle splendida, mi accontenterò di un gommage.

Ma cos’era quel pensiero superficiale? Me lo sono chiesta per tanto tempo e temo di non aver mai trovato la risposta. Finché non ho scoperto la skincare coreana.

Skincare coreana

La skincare coreana l’ho scoperta un po’ per caso e un po’ perché ho amiche di un certo livello. Ed è successo l’inverno scorso, più o meno durante le vacanze di Natale.

Io che mi truccavo poco (poco nel senso di raramente e limitandomi a un po’ di blush, una passata di mascara e un filo di rossetto nei giorni migliori) e che se mi truccavo non mi struccavo (nemmeno con le malefiche salviettine) e che mi ricordavo di spiaccicarmi una crema idratante a caso in faccia in media tre volte all’anno, sono diventata una che se non fa almeno 7 step di skincare routine la mattina e altri 7 step di skincare routine la sera si sente mancare la terra sotto ai piedi.

Vi dico solo che ho un nuovo soprannome: SkinChiara.

Pelle splendida

Oggi non voglio più una pelle splendida. E non la voglio per una ragione semplice: perché ho una pelle splendida.

Ce l’ho perché evidentemente ho avuto una botta di culo genetica (tantissimi capelli bianchi e zero rughe) e probabilmente anche grazie ai detergenti oleosi e in gel, al tonico e all’essence, ai sieri e alle cremine.

Ma non perché quei detergenti oleosi e in gel, o il tonico o l’essence, o i sieri o le cremine sono miracolosi. Semplicemente perché tutta quella roba lì, forse, è il pensiero superficiale che aspettavo e invocavo vent’anni fa.

Qui dieci-quindici minuti che la mattina e la sera dedico a prendermi cura della mia pelle e della mia faccia, pulendola, idratandola e coccolandola, sono i miei momenti preferiti della giornata. Non penso a niente, solo a seguire tutti gli step nell’ordine giusto.

E se negli ultimi tempi la mie pelle è radiosa, se io sono radiosa, mi sa proprio che non è merito del Buffet, ma del rituale.

Insomma, non mi serve più un pensiero superficiale perché ho scoperto la skincare coreana.

Consigli

Digitando skincare coreana su Google si trova di tutto e di più. Ma se volete approfondire senza perdervi in un mare di articoli scritti male e con informazioni approssimative, dall’alto del mio Dottorato in skincare coreana, conseguito presso la prestigiosa Università del Web, qualche consiglio ve lo do io.

Per chi appartiene al team #vivalalettura e conosce l’inglese, IL libro è The Little Book of Skin Care (esiste in versione cartacea e per Kindle). Lo ha scritto Charlotte aka Soko Glam, ovvero la profetessa della skincare coreana negli USA e in tutto il mondo occidentale.

Per chi invece sta nel team #soloYouTube e conosce l’inglese, si consiglia la visione di ogni singolo video caricato sul canale di Gothamista. Vi avverto: potrebbe farvi venire voglia di prendere una laurea in Chimica.

Per chi invece non vede l’ora di spendere e spandere e si identifica nel team #BeckyBloowmoodmispicciacasa, io compro i miei amati prodotti per la skincare coreana su questo sito qui.

Last but non least

Ho scritto una dispensa che si chiama Skincare per principianti.
Se vi iscrivete alla newsletter sarà vostra!

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *